icona email  info@catiaformentini.it      icona tel 340 9812922

Il risveglio dei chakra secondo R. Steiner

Rudolf Steiner dà del sistema dei chakra una personale interpretazione contenuta in L'iniziazione (Ed. Mediterranee, Roma 1999) e in La scienza occulta (Milano 1969, pp. 283, 299 e sgg.). 

Che funzione hanno secondo Steiner i chakra?

Come i cinque sensi sono gli strumenti di percezione di cui è dotato il corpo fisico, così i chakra, una volta ridestati da una giusta disciplina spirituale, diventano gli strumenti di percezione di cui è dotato il corpo astrale: nuove antenne che guidano l'anima umana a percepire le segrete connessioni dei regni della natura con l'uomo.

Secondo Rudolf Steiner la mappa interiore dell'uomo è la seguente in senso evolutivo:
  1. Chakra laringeo, a sedici petali = Ottuplice Sentiero.
  2. Chakra della regione del cuore, a dodici petali = Sei qualità: logicità dei pensieri, azioni logicamente concatenate l'una all'altra, perseveranza, comprensione per gli altri, spregiudicatezza, imperturbabilità fra gioia e dolore.
  3. Chakra del plesso solare, a dieci petali = Consapevolezza delle forze inconsce.
  4. Chakra ipogastrico, a sei petali = Accordo fra corpo, anima e spirito.
  5. Centro eterico della testa = La capacità di scindere nei propri pensieri la verità dall'opinione.
  6. Centro eterico della laringe = La giusta valutazione della realtà oltre ogni parvenza.
  7. Centro eterico del cuore = L'amore per la libertà interiore, il desiderio del superamento di sé, della propria natura personale, del proprio punto di vista.
Nell'uomo comune - sostiene Steiner - i chakra, anche se esistenti, appaiono di colore scuro e sono immobili, invece in chi pratica la disciplina spirituale i chakra assumono un colore chiaro e una certa mobilità, un effetto di rotazione. La disciplina, infatti, in quanto favorisce l'evoluzione spirituale, dà come primo risultato la purificazione del corpo astrale, quindi di tutta la nostra attività mentale e sensoriale, e produce determinate modificazioni proprio a livello dei chakra.
 
Fonte: articolo di Gabriele Burrini "Chakra astrali e centri eterici secondo l'antroposofia"